Pittura

 

 

Con il termine pittura intendiamo  la pittura ad olio e ad acrilico, l'acquarello o lo smalto.

 

Le tecniche specifiche sono diverse specialmente per l'acquarello, ma tutte rispondono alle stesse leggi visive.

 

Queste leggi o regole sono le basi di qualsiasi buona pittura.

 

Senza la conoscenza di esse si può rischiare di cadere nel campo dell'improvvisazione.

 

Una volta conosciute cercheremo di  plasmarle

questo è il corso naturale delle cose e anche il cammino di ogni artista.


Per questo motivo  l'insegnamento alla Scuola ALLA PRIMA è sempre personalizzato

Se sei arrivato fino a qui vuol dire che ha già letto la nostra introduzione ai nostri corsi di disegno, hai compreso cosa intendiamo per disegno di massa e la sua utilità in un processo di apprendimento pittorico. Sopratutto hai compreso l’importanza di praticare l’attenzione.

 

Se il tuo disegno non è ancora buono non devi incolpare il tuo talento o te stesso, ma andare ad analizzare quali possono essere i motivi del “fallimento”.

 

Possono esserci centinaia di motivi, questi sono i più comuni:

Ombre troppo chiare.

Troppi dettagli

Disegno eseguito senza controllo delle proporzioni

Mappatura tonale inefficace
Spigoli degli oggetti troppo vivi

Lapis appuntato male

Carta non adatta o troppo economica

Lavorare senza allontanarsi per vedere il lavoro

Copia da fotografie inadeguate o non realizzate da noi stessi

Luce di lavoro scadente, mal posizionata

 


Utilizza quindi l’attenzione per correggere i tuoi errori così da migliorare il tuo lavoro.


usa una metodo analitico per individuare cosa c'è che non va (solitamente però gli errori riguardano il disegno)

 


 

 

 


Brevissima storia della pittura dal vero

 

 

 

Prima del 600, raramente troviamo un pittore che tentava una rappresentazione naturale di ciò che gli esseri umani vedevano realmente. Le tecniche di pittura erano altamente stilizzate, con luci e ombre che servivano solo a modellare le forme. I colori venivano usati come tinte piatte e nulla assomigliava a quello che oggi chiameremmo "reale".

 

 

Raffaello

La pittura faceva pochi progressi nell’ affrontare il ruolo della luce nel campo visivo fino a quando Michelangelo Merisi da Caravaggio iniziò a lavorare con qualcosa chiamato Chiaroscuro (alto contrasto luce e ombra). Il suo lavoro ha provocato una grande rivoluzione nella percezione visiva.

Caravaggio

Ci sono volute molte generazioni prima che le ombre fossero comprese abbastanza bene da essere dipinte con naturalezza.

Gli artisti erano certamente consapevoli della luce, ma (a giudicare dai dipinti) la luce serviva solo come fonte di illuminazione e non influiva sull'aspetto di un oggetto.

 

 

 

L'introduzione della luce da parte di Caravaggio piuttosto che la forma come ingrediente primario nel campo visivo deve aver scosso il mondo dell'arte.

 

Perché? Uno dei motivi era che la luce si modificava e questo ha portato la pittura in un'area di imprevedibilità, portandola fuori, diremmo oggi, dalla zona di confort.

 

Pittori come Frans Hals e Diego Velasquez furono tra i primi a raccogliere l'idea di pittura dal vivo, seguiti da Vandyke, Rembrandt, Vermeer e infine molti altri.

 

 

Velasquez

 

Eppure le cose sono evidenti : Il mondo è visibile a noi solo a causa della luce. È ovvio quindi che la luce è l'unica cosa che possiamo dipingere !

 

Quando facciamo un dipinto dal vero fondamentalmente usiamo le forme di colore che la luce crea su un soggetto . Questo crea un'illusione fedele a ciò che stiamo vedendo fisicamente perché la luce rende di tono e colore diverso i vari piani del soggetto che abbiamo di fronte. Dipingendo i vari piani del giusto tono di riflesso daremo la giusta forma all’oggetto stesso.

 

Questa è la chiave per indirizzare la pittura dal vero, vedendo il colore e la luce invece delle cose reali.


Durante gli ultimi decenni del XIX secolo, vari artisti si sono allontanati di un secondo grado dall'allora direzione della pittura. Il risultato dei loro sforzi è ciò che chiamiamo Arte Moderna , un nuovo tipo di attività umana completamente diversa sia nel carattere che nello scopo da qualsiasi cosa la precede. L’unica cosa che questa arte ha in comune con al pittura e che , nella primissima fase i modernisti usavano ancora le tele e la vernice per creare le loro opere

 


Altri artisti hanno invece proseguito il lavoro dei maestri del passato ed hanno portato la pittura dal vero a dei livelli di eccellenza come Sorolla, Zorn e Sargent e Serov,

 

Come per il disegno di massa anche la pittura dal vero deve rispettare determinate fasi. La buona notizia è che se il tuo disegno è buono il tuo lavoro scorrerà con meno difficoltà sopratutto, se avrai realizzato alcuni buoni disegni potrai anche , con il tempo, saltare molte frasi preparatorie perché esse saranno già nei tuoi occhi.

 

 

 

Joaquin Sorolla

 

 

Ora, se hai iniziato a consapevolizzare la questione  delle proporzioni, dei valori tonali e dello studio dei bordi, devi iniziare a portare la tua attenzione all’uso dei materiali , alla gestualità e al mondo dei colori

 


I materiali

 

 

I materiali sono importanti. Tela,  pennelli e colori rivestono un ruolo significativo. E’ comprensibile che non si voglia spendere un occhio della testa per iniziare a dipingere e in certo senso è anche corretto. Le buone marche di colori per pittura solitamente producono due serie, una per studenti ed una per artisti. Si può iniziare con la serie per studenti, ma mai scendere sotto di essa acquistando dei prodotti da supermercato . La qualità dei pennelli deve essere all’altezza. E’ necessario acquistare dei pennelli di qualità da produttori di pennelli per artisti evitando tuttte le serie per decorazione. Anche il supporto dove si dipinge deve essere di qualità. Evitate i cartoni telati. Se si ha la necessità di dipingere molto si compri un blocco con fogli di  tela e si usi quello.

 

 


Studio del colore

 

Padroneggiare il mondo dei colori vuol dire innanzitutto uscire dalla teoria dei tre colori primari, E’ molto utile conoscerla, ma è altrettanto utile dimenticarla presto o meglio usare solo la parte che ci interessa, e cioè quella pratica

 

Dipingere infatti non è una esperienza teorica; è un'esperienza di tutti i giorni, e anche se a volte può essere sconcertante vedere come si muovono i colori, ormai ne sappiamo abbastanza per trasformare quello che vediamo in pittura. I giusti esercizi ci permetteranno di comprendere la relazione che c’è tra luce e colore. Il colore locale della natura cambia la sua apparenza quando c’è un cambiamento di luce, oppure quando cambiano i colori circostanti. Tutto è più sfuggente e meno fisso di quello che ci appare.

 


La gestualità

 

Il quadro è fatto di pennellate che devono avere una loro forza e un loro motivo di essere. Pennellate svogliate creeranno un quadro poco piacevole. Dobbiamo portare la nostra attenzione sulle pennellate. Con il tempo la nostra mano migliorerà, ma una fase iniziale è bene mettere molta attenzione sulle pennellate ed osservare che

 

1. Che la pittura stia andando nel POSTO giusto sulla tela.

2. Che le tue pennellate siano di FORMA e DIMENSIONE corrette.

3. Che siano i COLORI giusti.

4. Che siano i VALORI giusti.

5. Che i BORDI delle forme dei colori presentino un'adeguata morbidezza o durezza.

 

Ricorda che non tutte le pennellate devono avere la stessa forza. Alcune dovranno essere leggere, altre potranno trasmettere più energia.

 


Pratica e buon insegnamento sono due ingredienti fondamentali per dare forma al talento.

 

Segui i nostri corsi dal vivo od online ovunque  ti trovi.

 

Fai gli esercizi assegnati, porta avanti il tuo percorso di apprendimento.

 


Iscriversi al modulo è facilissimo !

Contatta direttamente la scuola  a questi recapiti o vienici a trovare per dei CORSI DAL VIVO

 

tel 333 4778224

 

scuoladipittura.allaprima@gmail.com

 

se sei interessato ai corsi DAL VIVO clicca sul bottone

 

Oppure richiedi di essere contattato per corsi ONLINE

 



 

Se sei siceramente interessata/o a questi argomenti ti consigliamo di iscriverti al gruppo ALLA PRIMA scuola di disegno e pittura

 

puoi accedere da qui  https://www.facebook.com/groups/575881939926861/

 

 

Li potrai trovare già un primo importante sostegno. Non è il solito gruppo dove i contenuti sono sparpagliati o un luogo dove esporre i propri lavori, ma è un vero gruppo didattico del quale fanno parte anche molti nostri allievi che ci seguono dal vivo.

Li troverai GRATUITAMENTE I contenuti organizzati in modo sequenziale


Giacomo Roberto sa veramente insegnare .Oltre a essere un pittore delicato e sensibile , che crea opere figurative piene di luce e vibranti di calore, è un insegnante capace di intuire subito quello che occorre a migliorare e di comunicarlo con sensibilità .Con l'esperienza di numerosi corsi di disegno e acquarello fatti, posso assicurare che Giacomo Roberto è l'insegnante migliore che ho incontrato , sia per imparare a vedere e a disegnare sia per imparare a dipingere a olio ,non solo per capacità tecniche ma anche per saggezza e sensibilità.

 

Lia Pieracci

 

Corso ottimo! Ho intrapreso questo corso per prepararmi all'esame di ammissione dell'Accademia di Belle Arti ed è stato proprio ciò di cui avevo bisogno. Grazie all'attenzione che Giacomo presta ad ogni allievo seguendolo personalmente ho visto grandi risultati in poco tempo. Anche la grande flessibilità oraria ha fatto sì che potessi seguire le lezioni quando mi era più comodo. Sono veramente soddisfatta!

 

Cinzia Rossi

 

 

I corsi tenuti alla scuola Alla Prima  permettono a tutti di progredire secondo le proprie capacità e seguendo i propri obiettivi. Il punto di forza di Giacomo è sapere individuare per ogni studente quali sono gli aspetti che necessitano più attenzione, così da poterci lavorare e migliorare velocemente.

 

Maurizio Follador